Blog

Il dado vegetale me lo faccio io!

by 23 Luglio, 2015

E’ il momento delle verdure: i banchetti dei mercatini ne sono pieni di ogni varietà, gli orti sono al massimo della loro produzione e allora mettiamo in barattolo i profumi dell’estate facendo il “dado” disidratato di verdure. Ci tornerà utile per ogni preparazione, donando ai vari piatti profumo e vigore e sarà il nostro “comfort food”  in quelle serate fredde e invernali per prepararci una profumata e corroborante minestra! 

orto verde

La ricetta è facile,basta avere un forno che possa lavorare a 60-70°, un pò di pazienza e la magica polverina farà la comparsa nella vostra dispensa.

orto verde 5

Orto verde disidratato

1 kg di verdure tra quelle disponibili:

zucchine (con i fiori), carote,
sedano (anche la parte apicale, le foglie),
 zucca, fagiolini, piselli (anche le bucce)
 cipolle e/o scalogni, porri  (anche la parte verde)

costine, foglie esterne e gambi
prezzemolo, gambi (alcuni), basilico (un mazzetto)
1 rametto di rosmarino
1 presa di pepe nero, 1 spicchio di aglio, 2 cucchiai di olio evo
2 cucchiai di vino bianco
sale integrale marino (magari quello dolce di Cervia) 

Pulire e lavare tutte le verdure (comprese le bucce e i vari scarti), miscelare le verdure in base al proprio gusto. Tritarle grossolanamente separatamente nel robot. Pesarle e preparare il sale nella misura del 30%.

orto verde 1

In una padella far scaldare 2 cucchiai di olio per kg di verdura, l’aglio a fettine, unire le verdure, soffriggere leggermente e profumare a piacere con il vino bianco, pepare, unire il sale e far asciugare completamente, unire solo a composto asciutto le erbe aromatiche non tritate.

Stendere le verdure su due placche da forno ricoperte da carta adatta e essiccare a 65°-70° (in forno ventilato) per 10-12 ore. Ogni tanto far fuoriuscire l’umidità e smuovere il composto. Lasciar asciugare il composto all’aria per 12 ore.

orto verde 3

Frullare nel robot asciutto e lasciar asciugare in forno per 1 ora (se occorre).

Far raffreddare e riporre nei vasetti di vetro. Si conserva per circa 8-10 mesi in luogo asciutto. 

orto verde 4

Con 1 kg di verdure e 300 gr di sale si ottiene circa 500 gr di dado disidratato; 10 gr di dado ottenuto contiene circa 4,5 gr di verdure disidratate e 5,5 gr di sale (corrisponde ad un cucchiaio pieno).

Veg&Veg – La cucina vegetale

by 24 Agosto, 2020

Un libro dalle piccole dimensioni ma pieno di contenuti e ricette divise per stagione, adatti a rinnovare la tavola quando per renderla più “green”, immancabile in tutte le cucine perché contiene anche sia delle ricette di base sia ricette creative e innovative.

Se vuoi te lo possiamo spedire a casa, al costo di 6,00 € (libro + spedizione).

Torta di zucchine e gorgonzola in crosta di riso

by 24 Agosto, 2020

per 8 persone

200 g riso baldo o arborio, 300 g di gorgonzola bio, 500 g di zucchine novelle, 6-8 fiori di zucchina, 4 uova,  30 g di pinoli tostati, 200 ml di panna, 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva, ½ cucchiaino di erbe di Provenza,  sale e pepe

Far cuocere il riso in acqua bollente salata per 14 minuti, scolarlo e farlo raffreddare in una larga teglia.  Incorporare al riso raffreddato 100 g di gorgonzola e  2 albumi ben sbattuti (tenere da parte i tuorli rimasti).

Foderare una tortiera (da 24 cm) con un foglio di carta forno, distribuire la preparazione di riso in modo uniforme, livellando con cura lo spessore aiutandosi con un cucchiaio inumidito con dell’acqua.

Passare in forno preriscaldato a 200°C per 15 minuti.

Pulire le zucchine, affettarle e saltarle in padella con l’olio extra vergine di oliva, le erbe di Provenza, salare e pepare.

In una piccola padellina tostare i pinoli.

Sbattere le uova con la panna, condire con sale e pepe; unire le zucchine, la gorgonzola rimanente a piccoli tocchetti.

Distribuire nel guscio di riso il composto di uova e zucchine, distribuire i fiori aperti formando una decorazione floreale, decorare con i pinoli tostati.   Coprire la tortiera con un foglio di alluminio e cuocere in forno ventilato a 180° per circa 45 minuti.

Focaccia Pugliese (a modo mio)

by 17 Agosto, 2020

Zucchine ripiene scomposte al pomodoro fresco

by 17 Agosto, 2020

Tortiglioni di grano Khorasan ai frutti di mare e prezzemolo

by 17 Agosto, 2020
per 4 persone
  • 320 g di tortiglioni di grano Khorasan kamut,
  • 1,2 kg di frutti di mare a scelta: 300 g di vongole o cozze, 300 g di gamberi o altri crostacei a piacere, 600 g di molluschi (calamari o totani o seppie)
  • 250 g di pomodorini tipo datterino o piccadilly,
  • sale, peperoncino, olio extra vergine di oliva q.b.

per il ‘prezzemolo’:

  • 50 g di prezzemolo, 3 spicchi di aglio
  • 1 fetta di pan carré senza crosta
  • 60 ml di olio extra vergine di oliva q.b.

Pulire e lavare e/o spazzolare i pesci acquistati:

  • far aprire le vongole e/o le cozze in una padella senza aggiungere nulla, utilizzare il coperchio per favorire l’apertura
  • tagliare i calamari in strisce per lungo (o ad anelli), saltarli per pochissimi minuti in una padella con poco olio, peperoncino e aglio in camicia; se si tratta di seppie proseguire la cottura per circa 10 minuti; estrarre dalla padella e tenere da parte
  • pulire i gamberi, lavarli ed asciugarli, tenerli pronti per unirli al sugo

Procedere con il sugo:

  • nella stessa casseruola di cottura dei calamari, unire 2 cucchiai di olio
  • unire i pomodorini tagliati in 4, salare generosamente e far tirare per 5 minuti
  • unire il liquido dei calamari, il liquido delle conchiglie e cuocere per 5-10 minuti, il sugo deve risultare morbido ma non liquido
  • unire i calamari e le conchiglie, far prendere il bollore
  • unire i gamberi e incoperchiare, spegnere il fuoco

Per il ‘prezzemolo’:

  • scaldare l’olio dolcemente in una padella con gli spicchi di agli aperti a metà, l’aglio deve dorare senza bruciare
  • eliminare l’aglio e far raffreddare l’olio
  • tritare il prezzemolo
  • mettere il prezzemolo nel bicchiere del frullatore ad immersione, unire l’olio profumato all’aglio e la fetta di pancarrè sbriciolata
  • frullare e unire altro olio se occorre
  • la salsa che si dovrà ottenere dovrà essere morbida ma non fluida

Cuocere la pasta in acqua bollente salata per il tempo richiesto dal tipo di pasta.

Condirla con il sugo ai frutti di mare e arricchire la preparazione con la salsa di prezzemolo distribuendola a grandi gocce.

Chi lo vuole un succo di frutta?

by 8 Giugno, 2020

E’ il momento di preparare le conserve per assaporare con piacere queste preparazioni quando l’estate avrà lasciato il posto all’autunno e all’inverno. Allora mettetevi all’opera e preparate confetture, salse, antipasti, melanzane, e il dado disidratato (qui il tutorial)… 

Però li avete mai preparati in casa i succhi di frutta? 

succo albicocca 1

E’ facile, economico, e il sapore vi ripagherà dell’impegno.
Provare per credere! 

Succo di frutta home made – gusto: albicocca

albicocche a polpa gialla 1 kg al netto degli scarti
il succo di ½ limone
250 g di zucchero
700 ml di acqua

Lavare la frutta,  asciugarla su un telo, sbucciarla e ridurla a piccoli spicchi, pesarne accuratamente 1 kg al netto di tutti gli scarti.

Far bollire l’acqua con lo zucchero e al bollore unire le albicocche, far bollire 5 minuti, unire il succo di limone e far riprendere il bollore, spegnere subito dopo.

Sterilizzare nel forno a 110° i barattoli per 15 minuti, sterilizzare le capsule con un foglio di carta imbevuto di alcool da cucina.

Utilizzando il minipimer a immersione o un frullatore, omogeneizzare la preparazione calda fino a renderla liscia e vellutata.

Senza attendere, invasare il succo di frutta nei  vasetti sterilizzati.

Se utilizzati nel giro di una settimana metterli a testa in giù fino al raffreddamento completo, se invece si vuole conservare il succo per l’inverno occorre procedere con la bollitura dei barattoli in acqua (protetti da telini di cotone) per 20 minuti e  attendere il raffreddamento completo prima di riporli in dispensa.

Al momento dell’uso si può utilizzare così (sarà denso e vellutato come uno smoothie) o diluirlo al  50% con acqua per renderlo più beverino.

Subscribe to our newsletter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Proin porttitor nisl nec ex consectetur, quis ornare sem molestie. 

[contact-form-7 404 "Not Found"]