Blog

I migliori vini italiani 2019

by in Eventi, Ricette 20 Maggio, 2019

Durante l’evento I migliori vini italiani, che si è tenuto a torino in maggio 2019, ho avuto l’onore di presentare due laboratori di cucina in una location favolosa:
Palazzo Saluzzo Paesana! 

 Il 19 maggio ho presentato questa ricetta: 

Zucchine in risotto al profumo di basilico

per 4 persone

300 g di riso Carnaroli o Baldo
1 l di brodo vegetale
1 scalogno, 15 g di burro (per lo scalogno), 1 cucchiaio di aceto bianco
½ bicchiere di vino bianco
50 g di parmigiano grattugiato
25 g di burro (per la mantecatura)
5 zucchine novelle con i fiori
1 mazzetto di basilico
Olio extra vergine di oliva, sale, pepe selvatico

Zucchine crude in julienne, fiori eduli e foglie di basilico per la decorazione

Eleonora i migliori vini risotto

Preparare un brodo vegetale con tutte le verdure di stagione ben salato e speziato secondo la propria consuetudine.

Cubettare le zucchine, insaporirle per 5 minuti in una casseruola con due cucchiai di olio, salare e poi coprire a filo con poco brodo vegetale. Portare a cottura. Frullare la preparazione con il frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema vellutata, se occorre unire poco brodo vegetale e in ultimo aggiungere tutto il basilico, aggiustare di sale e profumare con il pepe selvatico.

In una piccola casseruola far sciogliere il burro (quello per lo scalogno) e unire lo scalogno tritato, salare generosamente e far cuocere qualche minuto senza far colorire lo scalogno. Sfumare con l’aceto, unire un cucchiaio di acqua e cuocere per 10 minuti circa a fuoco molto moderato.

In una pentola separata far tostare il riso senza condimenti, profumare con il vino bianco e proseguire la cottura del risotto con il brodo vegetale. Portare a cottura il risotto, unire la preparazione di scalogno e la crema vellutata di zucchine già preparata.

Fuori dal fuoco mantecare con il burro, unire il parmigiano.

Servire il risotto morbido, se occorre unire poco brodo vegetale, rifinire il risotto con alcuni fili di zucchina, i fiori eduli e una foglia di basilico e una spolverata di pepe selvatico.

eleonora i migliori vini risotto olio

Questa sera, l’Olio Extra vergine di Oliva (monocultivar Leccino) dell’Azienda Montecapponi è stato utilizzato per la mantecatura in sostituzione di metà del burro. 

Il 18 maggio ho  presentato questa ricetta: 

Tortino di quinoa con curcuma e verdure con salsa di anacardi e carote caramellate

tortino quinoa grande

Tortino di quinoa:

per 4 persone

150 g di quinoa, 1 cucchiaino di curcuma
500 g di verdure estive miste a scelta tra: carote, zucchine, cipolle, piselli, peperoni
25 g pane grattugiato senza glutine
½ spicchio di aglio, 1 uovo
1 cucchiaio di scaglie di lievito disidratato o 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato prezzemolo tritato
olio extra vergine di oliva, sale, pepe selvatico

Lessare la quinoa (dopo averla ben lavata) con due parti di acqua, 1 presa di sale e 1 cucchiaino di curcuma.

Lavare e tagliare le verdure a cubetti, farle saltare in padella con l’aglio, poco olio, salare e pepare.

Quando la quinoa sarà cotta condirla con le verdure saltate, l’uovo, il lievito o il parmigiano, il prezzemolo, le erbe, aggiustare di sale e pepe, unire il pangrattato fino a formare un composto compatto ma morbido.

Oliare uno stampo da torta da 22 cm, e adagiare il composto pareggiando con cura. Se si desiderano dei piccoli tortini, formare con il composto delle polpette schiacciate e adagiarle in uno stampo da muffin leggermente oliato.

Cuocere al forno a 190°C ventilato per 25 minuti.

Eleonora I migliori vini

Salsa di anacardi:

½ Cup anacardi ammollati una notte in acqua
½ cup di acqua
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaino/1 cucchiaio di senape al miele
Sale, 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva o di semi (a piacere)

Scolare gli anacardi dall’acqua di ammollo.

Mettere gli anacardi ammollati, la senape, il succo di limone e di aceto, l’acqua e il sale in un contenitore alto e stretto. Iniziare a frullare fino a rendere omogenea la consistenza, unire l’olio a filo come una maionese e continuare a frullare fino a rendere vellutata la preparazione.

Servire fresca.

Carote caramellate:

per 4 persone

10 carote
6 cucchiai di olio extra vergine di oliva
2 cucchiai di miele, origano

Per il caramello: 120 g di zucchero, 30 ml di acqua, 70 ml di aceto aromatico

Tagliare le verdure a bastoncini in modo longitudinale con uno spessore uniforme.

Disporre le verdure in bell’ordine su una pirofila oliata.

Sciogliere il miele con l’olio, salare e pepare adeguatamente.

Spennellare le verdure con la preparazione al miele.

Cuocere in forno a 180°C ventilato per circa 30 minuti.

A 10 minuti dalla fine cottura spolverizzare con l’origano o altre erbe aromatiche a piacere..

Nel frattempo preparare il caramello aromatico: far sciogliere lo zucchero con l’acqua fino ad ottenere un caramello chiaro, togliere dal fuoco e stemperare l’aceto nel caramello.

Nappare le verdure con il caramello aromatico, appena uscite dal forno.

tortini quinoa piccoli

Dimenticavo l’ingrediente più importante: senza le persone che credono in quello che fai non si va da nessuna parte! Grazie!  

i migliori vini le quattro signore 21
    Cart